Dove comprare “senza glutine” a Monaco di Baviera

pane semi

Finalmente un post dedicato all’acquisto dei prodotti senza glutine a Monaco di Baviera. Se stato programmando una vacanza a Monaco o avete deciso di approfittare dell’Oktober Fest per visitare questa città e siete celiaci, non temete! A Monaco si trovano piuttosto facilmente prodotti senza glutine in supermercati, negozi bio e discount. Anche se, va detto, chi viene dall’Italia potrebbe sentire la differenza perché il nostro paese è probabilmente il paradiso del senza glutine.

In questo periodo di permanenza nella città bavarese sono andata in esplorazione per discount, negozi, negozietti e supermarket alla ricerca di prodotti idonei per celiaci. È emerso un quadro piuttosto rassicurante e sono la prova vivente che a Monaco di Baviera è possibile vivere dignitosamente la celiachia 🙂 (per quanto riguarda locali,ristoranti e pizzerie scriverò un nuovo post).

Ricordatevi che la parola magica da leggere sulle etichette è Glutenfrei, ovvero “senza glutine” e la troverete spesso vicino alla lista degli ingredienti “Zutaten”, oppure ben visibile sulla confezione. Fate attenzione anche agli alimenti tradizionali che a volte possono riportare la dicitura “Kann spuren von Gluten enthalten”, può contenere tracce di glutine.

Come accade anche per i prodotti che acquistate in Italia, a volte troverete prodotti privi di glutine e di lattosio. E troverete con molta, moltissima facilità i prodotti Schär.

Dove acquistare quindi i prodotti senza glutine a Monaco di Baviera?

Supermercati, negozi biologici, discount. Ho letto centinaia di etichette in tedesco, ho imparato che il Camembert di alcune marche riporta la dicitura senza glutine e senza lattosio. Ottimo quindi per chi come me vive con queste due intolleranze. Ho imparato che si può vivere anche senza buoni della asl, ma che averli per chi soffre di celiachia è una gran manna dal cielo. Ho imparato ad apprezzare davvero il riso parboiled, ricco di proprietà e vitamine rispetto al riso tradizionale. Per voi che mi leggete ecco una mini guida all’acquisto dei prodotti senza glutine a Monaco di Baviera.

gallette

REWE

Nei punti vendita Rewe si trova spesso un angolo dedicato al senza glutine, con biscotti e pane confezionato di diverse marche. Troverete affettati, salame e salsicce che riportano la scritta “glutenfrei” e spesso anche quella “laktosefrei”. Ma soprattutto troverete la linea di prodotti Rewe frei von: pane, panini, pasta, cornflakes, merendine. Non tutti i punti vendita sono forniti allo stesso modo, ma devo dire che nel negozio davanti all’Hauptbanhof e nel punto vendita di Leopoldstrasse, ho trovato diverse cose adatte per la mia alimentazione.

DM

Tutti i negozi e supermercati a Monaco di Baviera chiudono alle 8? Non sapete dove sbattere la testa per comprare pane senza glutine? Kein Stress! I punti vendita DM sono aperti fino alle 22 e alcuni restano aperti anche di domenica, come quello di Ostbanhof. Da DM troverete cornflakes senza glutine, pasta, biscotti, snack, pane e molto altro. Troverete i prodotti Schaer, gallette di riso e di mais e persino diverse varietà di latte come quello di mandorle, di riso e di soia.


Vitalia & Alnatura

Sono due catene di negozi in cui è possibile acquistare rispettivamente integratori, medicine naturali, tè e tisane nel primo, frutta e verdura fresche, carne, pane e formaggi, latticini, snack e surgelati nel secondo. Alnatura in particolare offre molti prodotti senza glutine, non solo pasta, pane e snack, anche preparati per dolci tipo i brownies e prodotti etnici. Nel punto vendita vicino a OstBanhof ho trovato diverse cose, anche quelle più introvabili come la salsa di soya senza glutine (tamari), le salse per il pane e alcuni prodotti etnici.

foto 1 foto 4 foto 5


LIDL & Tengelsman

Anche in un discount come Lidl si possono trovare prodotti senza glutine. Il punto vendita di Ostbanhof è piuttosto fornito per quello che riguarda gli affettati e le salsiccie (wurstel). Potete trovare la dicitura glutenfree accoppiata spesso a laktosefree. La stessa cosa vale per Tengelsman, qui ho acquistato speck senza glutine e salame, sempre senza glutine.

Altre info utili:

Un prodotto che si trova spesso e che ho potuto vederlo in ogni negozio, discount e supermarket è la galletta di riso e di mais, anche nella versione ricoperta con cioccolato, fondente, al latte, bianco e allo yogurt e alla fragola. Da Alnatura ho anche visto diversi sorbetti e gelati senza glutine, in qualche Dm e Rewe la base per la pizza senza glutine e prodotti surgelati come pane e lasagne per celiaci. C’è poi un negozio biologico Denn’s Markt in Sendligerstrasse (ce ne dovrebbe essere uno anche vicino alla stazione principale) che tiene molte cose senza glutine, qui ho trovato persino la birra glutenfree. Si trova nel piano inferiore di un centro commerciale con diversi negozi di abbigliamento e di articoli per la casa.

cornflakes

Per quanto riguarda i prezzi, non vi dico niente di nuovo. Sono più o meno gli stessi che trovate in Italia, ma purtroppo si devono acquistare senza l’utilizzo dei buoni. Ho trovato comunque prezzi normali, le gallette semplici ad esempio costano tra gli 0,60 e l’ 1,80. Il latte di soia 0,95 centesimi da Alnatura, quello di riso tra 1,45 e 2,40. Altri esempi: cornflakes di mais senza glutine, confezione da 375g in offerta a 1,75€ prezzo standard 1,95€. Insomma con un po’ di attenzione si riesce a risparmiare qualcosa.

Per il momento è tutto. Aggiornerò spesso questo post con le utlime novità e i negozi migliori in cui acquistare alimenti adatti ai celiaci.
Se avete domande o richieste da farmi contattatemi via mail lasphigadigrano@gmail.com

Buona fine e inizio di settimana!

La Sphiga va in vacanza, letteralmente

Questo è il mio ultimo post di giugno. Finalmente La Sphiga va in vacanza in una bellissima isola greca cui un poeta dedicò una triste poesia. Ma mettiamo da parte “A Zacinto” e Ugo Foscolo, che la vacanza è qualcosa di molto più allegro e spensierato!

Il tempo è volato da quando ho aperto questo piccolo blog e ho scritto il primo post, tanto che è passato il “Bloggeanno” senza nemmeno dedicargli un post.  Come sempre, da un po’ di tempo a questa parte, mi tocca infilare mille pensieri in un articolo, per risparmiare tempo e per non perdere il filo degli eventi.
Quindi colgo l’occasione per chi fino a oggi mi a seguito, ha commentato e ha condiviso i miei post ^_^ ringrazio anche la mia piccola comunità di followers sporadici e di visitatori occasionali che sono giunti qui dopo aver cercato su google notizie e consigli sulla celiachia, sulle ricette senza glutine e su come affrontare questa condizione (di vita).

Ci sentiremo presto con un bellissimo post sulla mia vacanza senza glutine in Grecia e tante fantastiche notizie sull‘isola di Zante.
E prometto che prima dell’autunno vi racconterò davvero come tutto è iniziato.
Un grosso abbraccio a tutt* voi. Vi auguro un buon week end e delle buone ferie!

In viaggio senza glutine: Parigi

Finalmente è tempo di vacanza. L’estate porta con se la voglia di stare all’aria aperta, godersi il sole e scoprire luoghi nuovi. Ma come si mettono le cose quando a viaggiare sono i celiaci? Vi racconto la mia esperienza di viaggio senza glutine a Parigi, la prima all’estero dopo alcuni anni di dieta libera e di ignoranza sulla celiachia.

Sono stata 4 giorni a Parigi con il mio ragazzo nel mese di Giugno. La cosa bella del viaggio, oltre a Parigi (ovviamente!), è stata l’esperienza nel suo complesso. Come si dice: l’importante non è la meta, ma il viaggio stesso. Ecco.

metro

Abbiamo deciso di organizzare questa piccola vacanza parigina 2.0 affidandoci al carpooling di blablacar, al couchsurfing e a airbnb. Abbiamo raggiunto Milano da Firenze in compagnia di altri passeggeri e del nostro superdisponibile “autista” che ci ha offerto un passaggio con la sua auto. Con lui abbiamo condiviso anche il ritorno, conoscendo diversi ragazzi carpoolers come noi. E’ un’esperienza che mi sento di consigliare a tutti, sia per chi vuole spostarsi per vacanza, ma soprattutto per i pendolari studenti e lavoratori.

Insomma veniamo al dunque.

Come ho organizzato la mia vacanza senza glutine? Allora diciamo che non vado nel panico se sono sola con il mio ragazzo, è molto più un disagio quando sono invitata a cene formali o a cene di lavoro. Devo dire quindi che non ho avuto particolari problemi né durante il viaggio, né quando ci siamo gettati alla scoperta di Parigi! E in più ho potuto tenere sotto controllo le spese mangiando comunque in giro per la città 🙂

Da Milano abbiamo preso il TGV, il treno veloce che collega Italia e Francia. Nel mio kit di sopravvivenza non sono mancate:

gallette di riso; fondamentali per due motivi: a) sono leggere e prendono poco spazio b) non sono né dolci né salate, per cui ho potuto usarle come snack, come base per la colazione e in sostituzione del pane.

parmigiano sottovuoto; ho pensato di portarmi dietro il parmigiano perché il clima consentiva di tenerlo nello zaino. Una volta arrivata nel monolocale ho tagliato delle monoporzioni da portarmi in giro come snack.

mele; sono abbastanza dure da non ritrovarsele schiacciate sul portafogli 🙂 e sono adatte in qualsiasi momento della giornata, come snack o merenda.

mela

Una volta arrivati a Montmartre, nei pressi del nostro appartamento, ho comprato qualche yogurt, delle uova, la marmellata per la colazione e poco altro.

A Parigi ovviamente è stata una sofferenza dover passare davanti alle Boulangerie, ma ho finito per farmene una ragione e visto che ero anche a dieta non mi è pesato più di tanto rinunciare. Anche perché, a dirla tutta, mi sono rifatta sul formaggio! In ogni angolino, in ogni strada, ovunque a Parigi c’è una Fromagerie…una meraviglia! E’ il paradiso di chi ama il formaggio: cremosi e freschi come la Creme Blanche, al latte di capra, con la muffa, senza muffa, stagionati…tantissime varietà. Ho assaggiato un formaggio cremoso, un fantastico brie con semi di papavero e questo delizioso tomino al latte di capra. Buonissimi!

formaggio

Il mio fidanzato adora il sushi e in generale tutta la cucina asiatica. Per pranzo quindi abbiamo mangiato poco lontano dal Museo D’Orsay, in un affolato ma efficientissimo ristontino cinese-vietnamita. Il mio piatto era composto da dell’ottimo sashimi di salmone, riso e avocado (non ho utilizzato salsa di soia perché spesso contiene frumento). E’ stato un ottima scelta perché era davvero molto buono. Durante gli altri pasti ho scelto piatti a base di carne o pesce (cotto e cruditè) e verdure, facendo comunque presente prima di sedermi al tavolo che sono celiaca tramite un francese un po’ approssimativo.

sushi

Prima di partire comuque mi sono un po’ documentata sulle possibilità del senza glutine, ho trovato due locali interessanti per noi gluten free, anche se poi non ho avuto il tempo di provarli 🙁

– il Breizh Cafè: un locale adatto per colazioni e pranzi, ma anche come ristorante. Conosciuto per le crepes dolci e salate e le galette (crepes di grano saraceno). La sera infatti è sempre molto affollato, si trova nel Marais, nel quartiere ebraico. Siamo stati qui una sera, purtroppo però senza prenotazione non potevano servirci, era veramente affollato. La seconda volta siamo tornati già “cenati”, curiosi di assaggiare una crepe dolce, ma i camerieri hanno insistito per partire dal salato. Insomma eravamo già soddisfatti dalla cena precedente e non siamo riusciti a mandare giù altro cibo. Non ho avuto modo di controllare se rispettano le regole o se cucinano crepes contaminate, per cui non posso assicurarvi niente.

Helmut New Cake: tenetevi forte. Una pasticceria tutta GLUTEN FREE! Sembra davvero deliziosa! Purtroppo il tempo è stato talmente poco e le cose da fare e da vedere così numerose che non mi è nemmeno venuto in mente di andare a cercare questo locale. Sarà per la prossima volta…anche se le foto mi fanno già sentire il peso del rimpianto.

Il viaggio è andato molto bene anche dal punto di vista celiaco e dal momento che è stato il mio primo viaggio gluten free posso ritenermi soddisfatta!