Pizza senza glutine. Ricetta croccante

pizza.jpg

La pizza senza glutine è una delle cose più difficili da trovare e me sono accorta subito i primi mesi di celiachia, quando venivo invitata a cene di compleanno e pizzate. La scelta del piatto ricadeva sempre su un secondo e la pizza della domenica è diventata la pizza senza glutine surgelata, magari anche mangiabile, ma completamente lontana dalla buona e vecchia margherita piena di glutine. E trovare una pizza senza glutine veramente degna di essere mangiata e raro come trovare un quadrifoglio in un prato.

Recentemente mi sono dilungata sulla questione pizzata, ed è proprio grazie a quella sera che mi sono detta: “perché non riprovare”? I tentativi di realizzare una pizza senza glutine come si deve non mi avevano dato molte soddisfazioni: impasto molliccio, poco cotto, duro come il muro, poco lievitato. Ma questa volta posso dire di aver raggiunto un buon punto di partenza!! Non è ancora come voglio io, ma posso ritenere di aver mangiato una pizza gustosa fatta in casa.

Dedico questa ricetta a Manu di ilmondodiortolandia Una Favola in Tavola, che si è tanto interessata. Finalmente puoi leggerla! Ovviamente la dedico anche a tutti quelli che mi seguono e a chi capita su questo blog cercando una ricetta della pizza senza glutine. Non so se sarò all’altezza dei vostri gusti, ad ogni modo, ecco la ricetta!

Ingredienti

250 g di mix pane Schär
50 g di farina di grano saraceno
15 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
2 cucchiai di olio di oliva
200 ml di acqua
1 pizzico di sale

3-4 cucchiai di pomodoro
mozzarella per pizza
origano o basilico

Procedimento

La ricetta è quella che si trova sul retro della confezione del Mix B della Schär, l’unica differenze è che io ho inserito 50 g di grano saraceno, perché dona croccantezza e rende l’impasto simile alla farina integrale. La procedura è molto semplice. Per prima cosa vi conviene sciogliere il lievito nell’acqua tiepida con il miele, mescolare le due farine in una ciotola fino a renderle omogenee e aggiungere l’acqua poco per volta mescolando con una forchetta o con le mani. Quando avete esaurito l’acqua impastate bene, aggiungete l’olio e da ultimo il sale. Realizzare una pallina, spolverarla con un pizzico di farina e lasciar riposare nella ciotola in un luogo riparato, avendo cura di coprire con della pellicola. Sistemare il pomodoro in una ciotola e condire con olio, sale e basilico o origano.
Non aspettatevi che lieviti come un impasto con il glutine, basteranno all’incirca 45-60 minuti per stendere la pasta nella teglia rivestita da carta da forno. Questa operazione l’ho fatta a mano, senza utilizzare il mattarello. E’ sufficiente appiattire con le mani la pallina di pasta e schiacciarla piano piano facendo ruotare la teglia per livellare la quantità d’impasto. Durante questo passaggio ho creato anche un bordino lungo il perimetro premendo leggermente con i polpostrelli infarinati.

Per la cottura mi sono accorta di averla tenuta un po’ troppo in forno. Ad ogni modo ho cotto questa margherita senza glutine in due tempi: prima solo la base per pochi minuti, e poi la pizza farcita con pomodoro e mozzarella. In totale dovrebbero essere sufficienti 20-30 minuti a 200° C.

Sicuramente navigando tra gli altri blog troverete una ricetta migliore, ma devo dire che come primo inizio non è andata per niente male! Non vedo l’ora di prepararla di nuovo! Ho letto che alcuni aggiungono i fiocchi di patate o la fecola di patate per rendere l’impasto più morbido e soffice, vi farò sapere 🙂

Manu, come ti sono venute le pizzette senza glutine? Fammi sapere! Buon weekend a tutti quanti