Kaimug. Thai, fast e gluten free

Se avete cancellato completamente dalla lista dei ristoranti adatti ai celiaci quelli etnici, beh dovreste leggere la mia esperienza da Kaimug a Monaco di Baviera per ricredervi. Ho scoperto questo ristorante/fast food cercando online informazioni sulla celiachia prima e sbattendoci il naso mentre passeggiavo in Sendliger Strasse dopo. Sono ormai passati cinque anni da quando ho scoperto di essere celiaca e ancora oggi non è facile fare i conti con le rinunce, soprattutto se si tratta di viaggiare, provare cibi e sapori nuovi di paesi lontani. Uno dei traumi più grandi infatti, è stato scoprire che la salsa di soia contiene glutine, che non avrei più potuto mangiare gli involtini primavera, gli spaghetti alla piastra, il pane tandoori, il ramen. Per cui potete immaginare la mia gioia quando ho scoperto che a Monaco di Baviera esisteva un ristorante thailandese adatto ai celiaci.

kaimug In realtà di Kaimug a Monaco ce ne sono tre. Uno si trova all’interno del Fuenf Hoefe, un altro in Karlspltaz e quello che ho provato io in Sendigler Strasse. I locali si presentano con un arredamento orientale, tavoli di legno, pareti rosse e arancio, atmosfera talvolta affollata ma rilassante, con possibilità di mangiare all’interno del locale o di utilizzare il servizio take away. La prima cosa che si nota è il menù esposto fuori di fianco all’entrata. I piatti thailandesi senza glutine sono ben visibili perché contrassegnat con la spiga sbarrata, un accorgimento semplice che ti aiuta a sederti al tavolo lasciando fuori dalla porta le paranoie della contaminazione. Altre due informazioni utili sono fornite al simbolo vegetariano e dal simbolino che rappresenta livello di piccantezza dei piatti. Informazioni fondamentale soprattutto nel caso decidiate di consumare un pasto con i bambini. Il servizio è estremamente veloce. All’interno, proprio sopra la cassa, si trova un grande menù come quello che accoglie il cliente all’entrata. Si ordinano direttamente al bancone le portate e le bevande che si intendo consumare e in pochi minuti si è serviti al tavolo.

kaimug

Ho provato sia il curry rosso che il curry verde, ma devo dire che il primo resta il mio preferito. Anche il pollo sullo spiedino con salsa di arachidi è molto gustoso. In quasi tutti i piatti è compreso il riso bianco, ma niente panico, oltre alle bacchettine ci sono le tradizionali posate. I piatti thailandesi possono essere accompagnati da tè e infusi freddi o caldi – buonissimo il tè jasmin – oppure cremosi lassi dal sapore esotico. Il prezzo è davvero economico e il cibo leggero, per cui potete permettervi di provare più portate senza appesantirvi. Ma non è tutto! Ci sono anche alcuni dolci senza glutine da gustare a fine pasto, come le palline di cocco e di banana adatte sia per vegetariani che per celiaci. Personalmente non li ho ancora provati, ma mi incuriosiscono molto per cui credo che presto tornerò con un nuovo post.

 

Informazioni
www.kaimug.de

Altre ricette senza glutine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *