I Necci con la ricotta

Immagine
I Necci con la ricotta sono un ‘dolce’ tipico della mia infanzia, originario dell’Appennino Pistoiese e Lucchese, realizzato con ingredienti semplici, ma estremamente buono e nutriente. Sono molto affezionata a questa sorta di crepe toscana perché mangiarla nei giorni più freddi dell’anno è diventato un rito.
La farina di castagne, quella buona, si trova solo in autunno inoltrato. Di solito quando si preparano i necci vuol dire che il freddo è arrivato.
Un tempo in necci costituivano un valido sostituto del pane tra le popolazioni dell’Appennino Toscano e venivano consumati assieme a salumi e altre pietanze salate. Oggi il modo più famoso di mangiarli è assieme alla ricotta o alla crema di nocciole.

Il Neccio con la ricotta o con la nutella appartiene a tutti gli effetti alla categoria street food: si può trovare alle sagre, alle bancarelle e alle feste di paese ed è comodo da mangiare anche mentre si cammina.

Ormai è chiara la mia venerazione per il Neccio, per cui passiamo alla ricetta.

Per preparare la versione senza glutine dovete assicurarvi di usare una farina 100% glutenfree. Di solito la farina di castagna è macinata in mulini da cui non passano cereali, ma se le etichette vi fanno venire i dubbi chiamate direttamente l’azienda o il produttore.
Per l’impasto di solito faccio a occhio, perché ogni farina ha la sua consistenza. Dovrebbe essere tendente al liquido, ma non deve gocciolare come l’acqua. Per il ripieno ho usato la ricotta del Caseificio Busti di Fauglia, la mia preferita.

 

Ingredienti necci con la ricotta

300 g di farina di castagne (senza glutine)
1/2 litro d’acqua
500 g di ricotta (di pecora o mucca)
olio evo per ungere
un pizzico di sale

Procedimento

Versate la farina di castagne in una ciotola insieme ad un cucchiaio di olio e iniziate a impastare versando poco a poco anche l’acqua, facendo sempre attenzione a non formare grumi. Aggiungete un pizzico di sale e fate scaldare la padella antiaderente. Tagliate a metà una patata, immergete la parte piana nell’olio e utilizzatela per ungere la padella. Con un ramaiolo versate quindi al centro della pentola l’impasto (i necci sono alti circa mezzo centimetro). Quando sarà ben dorato, girate e terminate le cottura dal lato opposto. Versate la ricotta in una ciotola e lavoratela con un cucchiaio (aggiungete un po’ di zucchero a velo se preferite un gusto più dolce) per renderla più cremosa. Farcite i necci, arrotolateli tipo sigaro e godete! Se volete proprio strafare potete spalmare un po’ di crema di nocciole dentro il neccio prima di farcirlo con la ricotta.

 

Altre ricette senza glutine

2 thoughts on “I Necci con la ricotta

    1. Ciao Manu! I necci sono buonissimi e adatti per celiaci e intolleranti. Provali anche con il salame in lucchesia si mangiano e soprattutto si mangiavano al posto del pane. Altrimenti con un po’ di cioccolato fondente sciolto in un pentolino *_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *