Cavolfiore gratinato senza besciamella

cavolfiore-gratinato
Il cavolfiore gratinato senza besciamella è un piatto adatto anche ai celiaci perché privo di glutine. Se siete a corto di idee su come cucinare questo tipo di cavolo, questo post può esservi utile. La ricetta è facile da preparare, economica e realizzabile con pochissimi ingredienti, tutti senza glutine!
Per diversi motivi ho preferito cucinare il cavolfiore gratinato senza besciamella, senza burro e senza latte, ingredienti solitamente utilizzati nella preparazione del cavolfiore gratinato: prima di tutto per una questione di linea, volevo un piatto leggero ma saporito; ho tagliato via calorie e latticini anche per colpa della mia intolleranza verso questi alimenti; infine ho trovato più pratico realizzare una ricetta veloce utilizzando solo cavolo e parmigiano grattugiato.

Come ho già rivelato in altri post, sono un’amante sfegatata dei cavoli. Mi piacciono proprio tutti e la pasta con le cime di rapa è uno dei miei piatti preferiti. Purtroppo l’unico inconveniente dei cavoli è la puzza. Ma se si riesce ad andare oltre questo piccolo loro difettuccio, riescono a darci delle vere gioie. Nel frattempo però armatevi di coperchio per cuocere questo ortaggio, altrimenti la vostra casa resterà in ostaggio di quel tremendo odore sulfureo per ore e ore.

La preparazione di questo piatto prevede la gratinatura del cavolfiore al forno per pochi minuti: poco prima di andare sotto al grill si copre la superficie con una spolverata di parmigiano reggiano grattugiato.
Il cavolfiore gratinato può essere servito sia come contorno sostanzioso che come un piatto unico.  è che Di seguito trovate la ricetta per realizzare

Ingredienti

1 cavolfiore medio
sale, pepe
50 gr di parmigiano grattugiato

Procedimento

Lavate bene il calvofiore, privatelo delle foglie e tagliatelo in parti più piccole seguendo l’attaccatura delle cimette. Potete procedere con la cottura del cavolfiore al vapore, in pentola a pressione o in acqua bollente salata. Solitamente occorrono circa 15 minuti con la bollitura. Il cavolo risulterà cotto non appena il gambo risulterà tenero. Per capire quando è cotto basta bucarlo con una forchetta nelle parti più dure dell’ortaggio. Scolate e lasciate raffreddare in un colapasta.

Nel frattempo grattugiate circa 50 gr di parmigiano reggiano e accendete il forno sul grill a 180°.
Saltate in padella il cavolo per qualche minuto con un filo d’olio, aggiungete pepe e regolate di sale. Se vi piace, potete aggiungere anche noce moscata in polvere.

Schiacciate il cavolo con una forchetta, avendo cura di mettere da parte qualche cimetta. Versatene un po’ in una pirofila e con cucchiaio schiacchiatelo contro il fondo del contenitore, in modo da formare uno strato uniforme. Spolverate con un po’ di parmigiano. Aggiungete il cavolo rimanente e le cimette messe da parte, spolverate con il parmigiano rimasto e informate fino a che la superficie assume un bel colore ambrato.

Altre ricette senza glutine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *